klanis.png , il nostro l(u)ogo

rotary-tema-2017-2018Il Clanis fu un’arteria fondamentale per il transito fluviale ed il traffico commerciale che univa la Valdichiana, in particolare Cortona, con Chiusi e, tramite i fiumi Paglia e Tevere, con i centri dell’Etruria Meridionale e Roma. Il suo percorso strategico fu infatti in parte ricalcato da importanti assi viari di età etrusca prima e romana poi; esso stesso costituì un limite territoriale tra le lucumonie etrusche di Cortona e Chiusi che, attraverso porti fluviali e centri minori, ne controllarono sempre gli scali.
Fu considerato in periodo etrusco addirittura una divinità, alla quale si facevano dediche di statuette ed ex voto, come testimoniato da un bronzetto di atleta con epigrafe mi KLANIS, che costituisce il logo del nostro club Rotary.
Fonte di pesca, caccia e potenzialità irrigue, dall’età romana in avanti il Clanis fu oggetto di controversie politiche fra Florentia e Roma, allorquando si tenterà di proporre invano l’inversione del suo corso, come poi sarà effettivamente fatto a seguito delle successive bonifiche leopoldine.

Programma del mese di Aprile 2018

Mercoledì 04 aprile 2018, ore 21,15, presso il Ristorante Tonino, per una
Riunione del Comitato Direttivo, aperta ai Soci. In agenda la
regolamentazione della sessione del “Premio di Laurea anno 2018” . Ulteriori
informazioni da parte del Presidente Incoming Cristian Zeni. La versione
aggiornata del regolamento sul Premio è ora visibile sul nostro Sito;

Mercoledì 18 aprie 2018, ore 20,15, presso il Ristorante Tonino a
Cortona, Cena Conviviale. Occasione per conoscere più da vicino la nuova
Socia, Alessandra Cuseri. Prima della cena verremo accompagnati da un
esperto a vivere intensamente ogni momento della degustazione di alcuni vini,
con finale a sorpresa;

Sabato 21 aprile 2018, ore 17,00, a Pieve Santo Stefano in Piazza
Amintore Fanfani, 14 per la visita, in Interclub con R.C. Sansepolcro, alla
Fondazione Archivio Diaristico Nazionale- onlus. Una straordinaria
esperienza per percepire il vociare frusciante di milioni di persone “comuni”.
Uomini e donne che scrivendo di sé hanno raccontato la storia di questo
Paese, attraverso le pagine dei diari, memorie e lettere, raccolte nel corso degli
anni dall’Archivio di Pieve Santo Stefano. Alla visita seguirà “apericena” e
incontro tra Soci in locale di Pieve Santo Stefano.

 Rivista Distrettuale

Progetti speciali e programma triennale: